Friday, December 5, 2008

Manca poco alla rivoluzione! [KDE 4.2]



Ebbene sì, avete letto bene! KDE 4.2 è quasi tra noi. Partiamo prima di  tutto dal principio.

KDE 4 è la nuova versione di KDE, che ha subito una riscrittura praticamente da  0, portando potenti innovazioni tecnologiche, grafiche, dando maggiore scalabilità, facilità d'estensione di quasi qualsiasi aspetto del Desktop Environment, e qualche altro parolone che ora non mi viene (scusate, sto facendo le pulizie, sono un pò annebbiato :D )

Partiamo dalla trasformazione grafica, riportando due screenshot a caso che si trovano per la rete:


KDE 3
KDE 3 di qualche personaggio online



KDE4 aggiornato al 1 novembre :)
KDE4 aggiornato al 1 novembre :)

Quello che si può notare è che è stato semplificato e alleggerito lo stile (anche delle finestre, seppur non si veda nello screenshot... Appena torno su Ubuntu (che oggi non vuole funzionare, e  io non ho tempo di farlo funzionare) vi faccio  uno screenshot più recente e più bello :) ), e che, cosa più importante, sono stati introdotti delle  applicazioncine senza bordi che girano per il desktop (ad esempio quello col meteo o con la striscia di Dilbert): queste applicazioncine si chiamano plasmoidi in gergo KDE4oso, e la cosa più simpatica è che in realtà tutto il desktop è basato su plasmoidi! Anche il pannello superiore o quello a sinistra sono dei plasmoidi che possono contenere altri plasmoidi, o anche la visione delle cartelle! I plasmoidi, e quindi plasma, sono una delle fenomenali innovazioni dette su: figuratevi che anche l'omino x che volesse scrivere un'applicazione con una grafica gradevole (o gommosa come dice qualcun altro) potrebbe usare esattamente plasma, e delegare a lui buona parte delle trasformazioni grafiche :) l'esempio più lampante è Amarok 2, che usa per visualizzare i video o il file in esecuzione, e tutto ciò che si può avere (screenshot a seguire) proprio plasma! Quindi estendere le sue funzionalità, come quelle dello stesso desktop, è facile come dire "supercalifragiliespichespicalicoso" (o forse non era così? argh, mi sa che l'esempio non è dei migliori :D ). La cosa bella di plasma  è che, appunto, è estendibile facilmente: figuratevi che potete avere plasmoidi a partire da migliaia di sorgenti, eccone solo alcune:
  • Google Gadgets
  • Widgets di MacOS
  • gadgets di Enlightenment
  • plasmoidi  nativi scritti in C++
  • plasmoidi nativi scritti in Python
  • plasmoidi nativi scritti in Ruby
e altri, e il supporto è estendibile facilissimamente, come tutto il resto, d'altronde :)

Un'altra cosa simpatica e intrigante, che per ora non è troppo sfruttata ma che di sicuro sarà sfruttata ampiamente in futuro, è la possibilità di avere un tipo di desktop diverso. Mi spiego un pò meglio. Guardate lo screenshot di KDE4 su: notiamo subito che il desktop è composto da più plasmoidi, ed è quindi un desktop capace di contenere plasmoidi di qualsiasi tipo. Ma non è l'unico! Andando nelle opzioni dell'aspetto del desktop, si può scegliere ad esempio di avere la normale visualizzazione ad icone (tipica dei sistemi operativi vetusti con mele morsicate e finestre più o meno aperte, o anche dello stesso  Gnome o KDE 3) con la possibilità comunque di avere plasmoidi in giro per il desktop... Votare il desktop al solo contenimento delle icone è veramente disonorante per lui, quindi pensateci bene! :P figuratevi che io  ora come  ora non ho nemmeno il plasmoide con le icone...

Per gli indecisi, in  realtà, è possibile anche avere più desktop contemporaneamente. "Eh, gli workspace ci sono da sempre in Linux, mica siamo su MacOS!", direte voi. Invece no! Non è il solito concetto di spazio di lavoro: gli spazi di lavoro chiaramente ci sono ancora, ma per ognuno potrete avere davvero più desktop. Io per esempio ne usavo un paio per avere sfondi diversi, ma non posso aggiungere altro, qualcuno potrebbe leggere e punirmi :D Comunque, potrete allora avere un desktop con i plasmoidi e uno con le icone, ad esempio, oppure  anche desktop dello stesso tipo con plasmoidi diversi, etc, e si potrà cambiare da un desktop all'altro con una applettina... Insomma, libero spazio alla fantasia! I tipi di desktop sono una delle tante cose estendibile di KDE 4, nato davvero con un occhio più al futuro che al presente :) pensate che poco fa, forse come proof of concept o quel che volete, c'erano tipo 6 tipi di desktop selezionabili (uno un pò più inutile dell'altro, però vabbè!).

Le altre innovazioni di KDE4 sono principalmente "sotto la scocca": tutto è più leggero e fluido, e lo spreco di risorse si è ridotto rispetto a KDE3 e Gnome, e si è cercato di rendere centralizzato e di sistema ad esempio il controllo dell'hardware, il sistema audio, quello delle prestazioni, etc, introducendo la possibilità effettiva di usare KDE 4 su qualsiasi sistema operativo e su qualsiasi base hardware. Perché? Perché il problema principale di tutte le piattaforme è la piattaforma stessa :) Cioè, per spiegarmi meglio: per riprodurre l'audio su Windows o su Linux, non userete le stesse direttive: i server audio sono  diversi, e lo stesso vale  per MacOS: ma KDE 4 se ne frega! Ora c'è Phonon, che inscatola appunto il server audio, e gestisce le chiamate allo stesso. Così, se Amarok volesse riprodurre l'ultimo pezzo di Gigi D'Alessio (perfavore, NO Amarok!  Non farlo!!!) lo farebbe direttamente passando il flusso audio a Phonon, che si preoccuperà di chiamare il server audio installato sul sistema. Quindi sviluppare applicazioni  portabili e belle non è mai stato così semplice! Pensate inoltre che KDE4 è basato sulle librerie grafiche Qt4, della Trolltech cioè della Nokia. A differenza ad esempio delle librerie GTK, le Qt sono ad esempio in C++, e permettono di usare anche le librerie grafiche del sistema su cui girano per visualizzare le applicazioni (un esempio più semplice: potete avere ad esempio Amarok esattamente nello stesso stile che usate in GNOME, perché si può interrogare GTK per disegnare la finestra... le Qt sono veramente troppo avanti.).

Lo stesso discorso si può fare con il gestore del risparmio energetico, PowerDevil, o quello dell'hardware, Solid, o migliaia di altre "scatole" che aprono KDE 4 al futuro :) Se qualcuno di voi ha fatto Ingegneria del Software all'università (o programma ad esempio in Java o in qualche altro linguaggio ad oggetti) pensate di dover realizzare un mega progetto allucinante, e di trovarvi già buona parte della roba scritta e accessibile con semplici chiamate (tipo "riproduci x" al posto di "cara scheda audio, chi sei prima di tutto? ancora tu, ma non dovevamo rivederci più? [cit.] vabbè, riproducimi questo blocco di bit, poi quest'altro, etc" (anche se questo comunque è gestito spesso dal linguaggio  di programmazione, ma ignoriamo questo aspetto per ora))... A me viene voglia di programmare! :D Ho problemi, lo so :'(

Altro da aggiungere? Beh, ad esempio che il gestore delle finestre dà schiaffoni dietro le orecchie (come diceva un mio amico) anche a Compiz :) Avete letto bene: ci sono anche gli effetti grafici superfighi! E molti altri potranno arrivare (e di sicuro arriveranno)... In molti aspetti io quando mi tocca usare Compiz rimpiango l'assenza di KDE4, davvero... Troppo avanti... Ma anche se non avete la possibilità di usare la visualizzazione composita, buona parte degli effetti funziona tranquillamente!

Lo so cosa vi state chiedendo: "ma come si può avere tutto ciò, o nostro grande Riccardo, maestro di vita!". E il vostro maestro di vita vi accontenta! Però, non è tutto semplice come sembra.

Parliamo principalmente di Ubuntu, perché è lui il mio amico, gli altri sono tutti cattivini :(. Per Ubuntu Intrepid  Ibex (l'attuale stabile, 8.10) dovrete accontentarvi di KDE 4.1.3 o 4.1.73, non ricordo, che non è proprio il massimo della goduria, anche se buona  parte delle cose su c'è già... La vera innovazione è di fatto KDE 4.2, che ha  reso molte delle cose più sensate e gradevoli. Per avere KDE 4.2, però, dovrete O usare Ubuntu Jaunty Jackalope (l'attuale instabile), e  avrete KDE 4.2 beta 1, oppure compilare a manina tutti i sorgenti del mondo, opzione che io preferisco, perché sono un mattacchione e mi piace far fondere il pc :D

Appena torna utilizzabile il mio bell'Ubuntu, vi prometto che vi guido per fare entrambe le cose, ora però chiudo il collegamento!

Ciao paperini! L'appuntamento è sempre quì su Deadware, quackquackquaaa! [cit.] :D

5 comments:

  1. Very nice site! cheap cialis http://apxyieo.com/qyoayx/4.html

    ReplyDelete
  2. Very nice site! [url=http://apxyieo.com/qyoayx/2.html]cheap cialis[/url]

    ReplyDelete
  3. Hello! gagdckd interesting gagdckd site!

    ReplyDelete